tre giorni a mollo

tra lavoro e uscite è passato un bel po' di tempo da quando ho postato l'ultimo diario di bordo.
purtroppo non ho preso appunti e dovrò affidarmi alla memoria ma questa è stata la prima vera uscita in mare di quest'anno.
erano settimane che aspettavo l'arrivo di mio cognato "Stefaneddu" e anche lui sognava, nel frattempo, non essendo mai andato a vela se non in alcune uscite con il windsurf, come sarrebbe stata questa avventura.
un'altra cosa che ci aveva impedito di uscire nonostante la barca fosse pronta per il "varo" erà stata la rottura della frizione della mia auto, l'unica con il gancio in grado di trainare la barchetta sul suo carrello.
il guasto era più grave di quanto mi aspettassi e quindi per tutta la prima delle 2 settimane di ferie di Stefaneddu mi sono sentito rimbalzare dal meccanico per la consegna dell'auto.
alla fine, però, ritirata la macchina, abbiamo spostato il carrello in una posizione adatta ad armare l'albero, abbiamo ricontrollato tutta l'attrezzatura "a secco" e ci siamo preparati per uscire il giorno dopo.

giunto il fatidico giorno abbiamo trainato la barca nel solito cantierino, l'abbiamo messa in acqua, l'abbiamo armata e siamo usciti, famiglia compresa, per l'avventura con la "nuova barchetta" finalmente pulita e sistemata.

DSCI1488.jpg
ci ricorderemo come si fa?

DSCI1494.jpg
ma si che ce lo ricordiamo!

DSCI1497.jpg
su le vele

DSCI1482.jpg
e finalmente in mare con Stefaneddu al timone

una magnifica giornata con un bel vento fresco ci ha ripagato di tutte le attese e del lavoro fatto per riportare a navigare la nostra barchetta.

dopo una veloce infarinatura sulle andature e su come prendere al meglio il vento Stefano si è installato al timone e ci è rimasto incollato per tutto il giorno a parte la pausa, un paio d'ore dopo il pranzetto preparato da "mamma cambusa", destinata al bagno.

DSCI1492.jpg
mmmm, mi piace

DSCI1500.jpg
relegati in pozzetto

DSCI1501.jpg
non molla nemmeno per telefonare!!

DSCI1503.jpg
tutti in acqua

DSCI1504.jpg
chi arriva per primo sta al timone!!

non ci è mancato nemmeno l'abbordaggio da parte del gommone della capitaneria di porto per informarci che, quelle boe bianche che avevamo interpretato male e vicino alle quali eravamo ormeggiati, erano il limite riservato ai bagnanti e non quello che non dovevano superare i pedalò.

il vento si è mantenuto fresco e costante per i giorni successivi regalandoci altre due magnifiche uscite.

grande soddisfazione soprattutto per aver visto il sorriso e la gioia sul viso del mio "cognateddu" che sta passando un periodo un po' triste.

il mare e il vento sono una grande terapia.

Powered by Artglobal